Call for Good Practices 2019

La Call for Good Practice rappresenta il principale strumento, condiviso con le Regioni e Province Autonome, per l’individuazione di misure per la prevenzione e gestione del rischio.

In continuità con la precedente edizione, la Call 2019 intende promuovere la segnalazione, in particolare, di interventi in linea con una delle 3 aree su cui è incentrata la Sfida Globale per la sicurezza dell’OMS (Medication without harm). Particolare attenzione verrà, inoltre, prestata agli interventi volti a prevenire l’antibiotico resistenza e le infezioni correlate all’assistenza.

La Call for Good Practice 2019 si aprirà il 1 luglio 2019 e sarà possibile inserire le pratiche fino al 30 settembre 2019. Le Regioni potranno procedere all'analisi e alla validazione delle esperienze fino al 7 ottobre 2019.

Il database delle buone pratiche


 Elenco delle esperienze
In questa sezione è possibile consultare 10 tra le esperienze inviate all'Osservatorio Buone Pratiche, tramite il coordinamento delle Regioni e Province autonome, in risposta all'ultima Call for Good Practice ed accedere alla pagina di ricerca delle esperienze inserite dal 2008 ad oggi dal seguente collegamento  RICERCA NEL DATABASE
AnnoRegioneAziendaEsperienzaStrumenti
2019 TOSCANA AZIENDA OSPEDALIERA -UNIVERSITARIA PISANA La misura e gestione del dolore          
2019 LIGURIA IST.G.GASLINI Gestione dei cateteri venosi a lunga e media permanenza          
2019 SICILIA C.O.T. S.P.A. (CURE ORTOPED. TRAUM.) Sicurezza nella terapia farmacologica: processo di ricognizione e di riconciliazione farmacologica per una prescrizione corretta e sicura          
2019 EMILIA ROMAGNA AZIENDA USL DELLA ROMAGNA Miglioramento della somministrazione terapeutica presso la Casa Circondariale di Rimini per ridurre il rischio di insorgenza di complicanze legate all'abuso e iperaccumulo di farmaci          
2019 VENETO AZIENDA ULSS N.9 SCALIGERA Adozione della Raccomandazione ministeriale n. 18 “Raccomandazione per la prevenzione degli errori in terapia conseguenti all’uso di abbreviazioni, acronimi, sigle e simboli” nella Provincia di Verona.          
2019 LAZIO ROMA 1 Piano di miglioramento a seguito di audit GRC in un servizio psichiatrico di diagnosi e cura (SPDC)          
2019 LAZIO ROMA 1 GESTIONE INFORMATIZZATA DELLE RICHIESTE E REFERTAZIONE DELLE CONSULENZE SPECIALISTICHE IN OSPEDALE– ASL ROMA 1          
2019 UMBRIA AZIENDA OSPEDALIERA 'S. MARIA' - TERNI terapia antiaggregante nel perioperatorio:indicazioni          
2019 LOMBARDIA POLICLINICO S. MATTEO - PAVIA EFFICACIA E SICUREZZA DELL’USO DELLA TERAPIA MARZIALE PER VIA ENDOVENOSA NEL TRATTAMENTO DELL’ANEMIA SIDEROPENICA DEL SECONDO E TERZO TRIMESTRE DI GRAVIDANZA          
2019 VENETO AZIENDA ULSS N.9 SCALIGERA LA PREVENZIONE E IL CONTROLLO DELLE INFEZIONI NOSOCOMIALI ATTRAVERSO FORMAZIONE MIRATA DEL PERSONALE SANITARIO          
2019 EMILIA ROMAGNA AZIENDA OSPEDALIERA-UNIVERSITARIA DI MODENA Gestione dell'endemia da Enterobatteri produttori di Carbapenemasi (CPE) nel 2017 - 2019 ospedale Civile di Modena          
2019 LOMBARDIA FOND.S.MAUGERI-CENTRO MEDICO-CASTEL G. atti di violenza: prevenzione e sensibilizzazione degli operatori          

Area riservata

Per accedere all'area riservata dell'Osservatorio delle Buone Pratiche, è necessario indicare Username e Password, e premere il pulsante Accedi.




 Richiedi le credenziali di accesso.
 Password dimenticata?.

L'Osservatorio

L'Osservatorio Buone Pratiche per la Sicurezza dei Pazienti, istituito per l'esercizio della funzione di monitoraggio delle buone pratiche, attribuita all'Agenas da una Intesa tra lo Stato, le Regioni e le Province Autonome, ha avviato le sue attività nel febbraio 2008 con il lancio della prima call for good practice rivolta agli assessorati alla sanità affinché coordinassero la raccolta degli interventi realizzati dalle strutture sanitarie di ogni regione per accrescere la sicurezza dei pazienti e delle cure.

Continua »