Call 2022 - Medication whitout harm

RAZIONALE
Nell’ambito della gestione del governo clinico, sia le pratiche terapeutiche non sicure che gli errori terapeutici rappresentano una delle principali cause di danni evitabili all’interno dei singoli sistemi sanitari.
Sistemi di gestione farmacologica inefficaci oppure fattori umani come: l’affaticamento, le cattive condizioni ambientali, la carenza di personale vanno ad influire sulle pratiche di prescrizione, trascrizione, somministrazione e monitoraggio, possono quindi causare gravi danni, disabilità e persino la morte. Sono già stati sviluppati molteplici interventi per affrontare la frequenza e l'impatto degli errori terapeutici, ma la loro attuazione è varia.

AMBITO DI APPLICAZIONE E PROPOSTA DELLE ESPERIENZE DI BUONA PRATICA
Le Buone Pratiche relative alla Call 2022 dovranno quindi riguardare l’utilizzo di interventi, strumenti, tecnologie per la gestione delle 3 Key Action Areas identificate nel documento “Medication Without Harm” della WHO Global Patient Safety Challenge:

  • polifarmacoterapia, l'uso di routine di quattro o più farmaci nello stesso tempo da parte di un paziente. La polifarmacoterapia è aumentata drammaticamente con una maggiore aspettativa di vita e con l’aumento delle patologie croniche. La polifarmacoterapia aumenta la probabilità di effetti collaterali, così come il rischio delle interazioni tra farmaci che rendono più difficile l'aderenza terapeutica
  • situazioni ad alto rischio, l'impatto degli errori terapeutici è maggiore in determinate circostanze cliniche, spesso ospedaliere e ad alta complessità: bambini, anziani, situazioni cliniche gravi e uso di farmaci con regimi terapeutici complessi, presenza di malattie renali o epatiche concomitanti
  • transizioni delle cure le transizioni di cura si verificano quando un paziente viene trasferito da una struttura ad un’altra, da unità di degenza ad un’altra e nel passaggio di consegne da un operatore ad un altro. Le transizioni di cura aumentano la possibilità di errori di comunicazione, che possono portare a gravi errori terapeutici.

TEMPISTICA E CONTATTI
La Call terminerà il 30 settembre 2022 e le Regioni valideranno le Buone partiche proposte entro il 14 ottobre. Per chiarimenti e informazioni, scrivere al seguente indirizzo di posta elettronica call@agenas.it

Il database delle buone pratiche


 Elenco delle esperienze
In questa sezione è possibile consultare 10 tra le esperienze inviate all'Osservatorio Buone Pratiche, tramite il coordinamento delle Regioni e Province autonome, in risposta all'ultima Call for Good Practice ed accedere alla pagina di ricerca delle esperienze inserite dal 2008 ad oggi dal seguente collegamento  RICERCA NEL DATABASE
AnnoRegioneAziendaEsperienzaStrumenti
2019 PIEMONTE AZ. SS.ANTONIO E BIAGIO E C.ARRIGO PROGETTO SEPSI E BUONE PRATICHE          
2019 LAZIO ROMA 1 Accoglienza e dimissione: un percorso dedicato          
2019 TOSCANA AZIENDA OSPEDALIERA -UNIVERSITARIA PISANA Prevenzione e gestione della distocia di spalla          
2019 PIEMONTE AZ. SS.ANTONIO E BIAGIO E C.ARRIGO Intervento interaziendale sulla gestione delle infezioni delle vie urinarie          
2019 PIEMONTE VCO UTILIZZO DELLE TECNOLOGIE DELL’INFORMAZIONE E DELLA COMUNICAZIONE (TIC): PER DEOSPEDALIZZARE I PAZIENTI CON MALATTIA RENALE CRONICA          
2019 EMILIA ROMAGNA ISTITUTO ORTOPEDICO RIZZOLI Applicazione del sistema " Clinical Assessment of Risk Management: an INtegrated Approach (CARMINA) "          
2019 LAZIO ROMA 1 Piano di miglioramento a seguito di audit GRC in un servizio psichiatrico di diagnosi e cura (SPDC)          
2019 VENETO AZIENDA ULSS N.1 DOLOMITI Sviluppo di un modello assistenziale integrato per la gestione della terapia del paziente oncoematologico e in trattamento con farmaci biotecnologici, nelle fasi di prescrizione, allestimento e somministrazione          
2019 TOSCANA AZIENDA OSPEDALIERA MEYER Gestione del dolore          
2019 VENETO AZIENDA ULSS N.6 EUGANEA Buone pratiche per l'utilizzo della soluzione idroalcolica e lavaggio delle mani - Azienda ULSS n. 6 Euganea, Ospedale di Cittadella          
2019 MARCHE ASUR Le vaccinazioni negli operatori sanitari e la prevenzione delle infezioni correlate all'assistenza          
2019 VENETO CASA DI CURA POLICLINICO SAN MARCO Implementazione del sistema di segnalazione degli eventi avversi e quasi eventi: l’esperienza della Casa di Cura Policlinico San Marco          

Area riservata

Per accedere all'area riservata dell'Osservatorio delle Buone Pratiche, è necessario indicare Username e Password, e premere il pulsante Accedi.




 Richiedi le credenziali di accesso.
 Password dimenticata?.

L'Osservatorio

L'Osservatorio Buone Pratiche per la Sicurezza dei Pazienti, istituito per l'esercizio della funzione di monitoraggio delle buone pratiche, attribuita all'Agenas da una Intesa tra lo Stato, le Regioni e le Province Autonome, ha avviato le sue attività nel febbraio 2008 con il lancio della prima call for good practice rivolta agli assessorati alla sanità affinché coordinassero la raccolta degli interventi realizzati dalle strutture sanitarie di ogni regione per accrescere la sicurezza dei pazienti e delle cure.

Continua »